Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 04:03
Back Cronaca Dalle ceneri di Ground Zero nasce nuovo Wtc

Dalle ceneri di Ground Zero nasce nuovo Wtc

  • PDF

11 settembre 2011

Di prima mattina a Ground Zero a New York, poi l'inaugurazione del memoriale dedicato alle vittime del volo 93 United Arlines, a Shanksville, in Pennsylvania. Quindi al Pentagono. E in serata l'unico discorso ufficiale di Barack Obama, dal Kennedy Center di Washington. E' questo in pillole il programma delle commemorazioni ufficiali per il decennale dell'11 settembre. - Ground Zero, tra le 8 e le 10: nessun discorso ufficiale, ma solo poesie. Saranno presenti oltre a Barack Obama, George W. Bush, il sindaco di New York Michael Bloomberg, i governatori Andrew Cuomo e Chris Christie, l'ex governatore di New York George Pataki e l'ex sindaco Rudolph Giuliani.

Per la prima volta saranno ricordati i nomi di tutte le vittime, comprese quelle degli altri due aerei precipitati quel giorno. La tradizionale lettura dei quasi 3000 nomi sarà interrotta da quattro momenti di raccoglimento, quattro minuti di silenzio, in corrispondenza dei due impatti sulle Torri e del loro crollo. - Shanksville, a seguire, ore 11: parleranno Bill Clinton, George Bush e il vicepresidente Joe Biden. - Pentagono, ore 12: cerimonia davanti alla storica sede della Difesa americana dove morirono nell'impatto con il volo 77 American Arlines, tra passeggeri e funzionari, 125 persone. - Kennedy Center, Washington, tra le 19.30 e le 21.00: serata in onore di tutte le vittime dell'11 settembre. Barack Obama terrà l'unico discorso ufficiale della giornata.

Come l'araba fenice, il World Trade Center rinasce dalle ceneri: cinque grattacieli e il Memoriale/Museo prenderanno il posto dell'originario WTC, un complesso di sette grattacieli aperto nel 1973 e distrutto l'11 settembre 2001 dagli attacchi di bin Laden. All'ombra della 'Freedom Tower', la torre della libertà (1 World Trade Center), sorgeranno altri tre grattacieli, rispettivamente il 2, 3 e 4 del WTC. Con i suoi 1776 piedi (come l'anno dell'indipendenza, cioe' 513 metri), la Freedom Tower ha già il primato di grattacielo più altro degli Stati Uniti, superando così la Willis Tower di Chicago. Nello skyline newyorchese il nuovo grattacielo sostituirà di fatto le Torri Gemelle abbattute dagli aerei dirottati da al Qaida. Iniziato nell'aprile del 2007 e costato oltre tre miliardi di dollari, l'1 WTC sarà completato nel 2013, avrà 104 piani, con una superficie adibita ad uffici di 242mila mq, oltre ad un'area panoramica, un ristorante di alta classe, e strutture per la trasmissione.

La sua storia è stata lunga e travagliata. Il progetto originario, opera dell'architetto Daniel Liberskind, è stato in seguito trasformato (viste anche le drastiche misure di sicurezza richieste dai vigili del fuoco). E' David Childs (design partner presso la Skidmore, Owings and Merrill) a portare il progetto a compimento. Con 88 piani e 411 metri di altezza (387 senza l'antenna), il 2 WTC sarà il secondo grattacielo piu' alto del WTC. La torre è stata disegnata in modo da somigliare ad un diamante con la superficie del tetto inclinata verso il Memoriale, fronteggiando quindi l'area dove sorgevano le Torri Gemelle. L'area esatta delle Torri ha dato spazio al Memoriale e al Museo. Domenica il Memoriale aprirà in occasione del decimo anniversario dell'attacco alle Torri Gemelle.

La piazza del Memoriale, non ancora totalmente accessibile, verrà aperta nella sua totalità soltanto nel 2012. Il Memoriale è stato disegnato da Michael Arad, architetto di origini israeliane, e dal californiano Peter Walker. Ricorderà anche le vittime del primo attacco al WTC, il 26 febbraio 1993, quando l'esplosione di un camion bomba sotto la torre nord uccise sette persone e ne ferì centinaia. Il Memoriale è composto da due specchi d'acqua quadrati, con intorno cascate alte nove metri. Ricordano le torri abbattute, e sono circondati da 400 alberi di quercia. Ai bordi delle due 'reflecting pools' sono stati incisi nel bronzo i nomi delle circa tremila vittime degli attacchi.

Il Museo è dotato di un auditorium, possiede un'area multifunzionale oltre ad una zona riservata ai familiari delle vittime. Ospita anche 'The Last Column', ossia l'ultimo pilastro rimasto in piedi dopo gli attacchi dell'11 settembre e diventato il simbolo di sfida al terrore. Entro il 2013 è prevista infine la conclusione dei lavori della nuova stazione Path della ferrovia e della metropolitana. Opera dell'architetto spagnolo Santiago Calatrava, è stata concepita come un uccello appena liberato dalla mano di un bambino.

Fonte: Ansa

Aggiungi commento