Thu10242019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: giovedì 24 ottobre 2019
Sono le ore: 04:38
Back Politica ADC Calabria, conferenza Stampa di "Alleanza di Centro" a Cosenza, sulla questione Sanità in Calabria

ADC Calabria, conferenza Stampa di "Alleanza di Centro" a Cosenza, sulla questione Sanità in Calabria

  • PDF

21 gennaio 2013

In questi giorni a Cosenza, l’ADC Calabria terrà una conferenza stampa a Cosenza sulla questione Sanità in Calabria. "Come è noto i calabresi- afferma il coordinatore regionale di Alleanza di Centro, Maximiliano Granata -  avvertono oramai da anni una totale sfiducia nelle strutture sanitarie del territorio basta guardare i dati relativi all’emigrazione sanitaria relativamente a centinaia di calabresi che anche per semplici operazioni preferiscono recarsi presso altre strutture ospedaliere, situate in altre regioni, per avere garantito il proprio diritto alla salute.

Le forze politiche di entrambi gli schieramenti devono interrogarsi sulla mancanza delle strutture di eccellenza in Calabria, sulle procedure di accreditamento delle strutture e soprattutto su come viene reclutato il personale che opera con i futuri pazienti. Gli interrogativi che ci poniamo e su quanti reparti vengano previsti nelle aziende ospedaliere e su come vengano reclutati i primari e quali curriculum vitae abbiano acquisito nel corso della loro carriera. I numeri e i costi relativi alla dotazione organica del personale presente nell’azienda sanitaria provinciale e nelle aziende ospedaliere e i relativi costi.

Su come siano stati fatti gli accreditamenti delle cliniche in Calabria e chi siano i proprietari di tali strutture o a chi siano riconducibili, quanto costano e quanto producono in termini di benefici servizi e se esistono relativamente a tali accreditamenti centri di eccellenza per come invece esistono in altre regioni del nostro territorio". "Infine - conclude Maximiliano Granata - bisognerebbe chiedere la Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale e al Direttore all’Azienda Ospedaliera di Cosenza, di rendere pubblico il numero di dipendenti che operano con le loro strutture e delle cooperative o società che in aggiunta a tali dipendenti vengono assunti per garantire ulteriori servizi presso tali strutture sanitarie. Se risulta al vero che in questi mesi queste cooperative o società abbiano assunto ulteriori unità di personale per fornire dei servizi nell’ambito delle strutture ospedaliere e in caso affermativo il numero e i relativi costi. L’ADC promuoverà una battaglia molto forte sui problemi della sanità e sulla salute dei cittadini in Calabria".

Redazione

Aggiungi commento