Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 03:51
Back Politica Il Pd di Roma porta il caso Morelli in consiglio comunale

Il Pd di Roma porta il caso Morelli in consiglio comunale

  • PDF

01 dicembre 2011

Mentre l'opposizione in Calabria tace sul caso giudiziario che ha coinvolto il consigliere regionale, Franco Morelli, e mentre la classe politica calabrese si massifica esprimendo solidarietà e si chiude a riccio anche perchè nessuno può tirare la prima pietra essendo tutti coinvolti nell'ingranaggio della corruzione ed essendo le collusioni con la criminalità valide per tutti i partiti ed essendo tutti gli eletti in Calabria eletti con l'unico voto esistente che è quello di scambio, figlio dell'illegalità diffusa e sovrana che rappresenta un modello sociale ed un sistema di vita, il caso giudiziario di Franco Morelli diviene dibattito e caso da discutere nell'assemble acapitolina di Roma.

A porre il problema è il consigliere comunale del Pd di Roma, Massimiliano Valeriani, che pone in evidenza il fatto che Franco Morelli è nel Cda di Tecno Polo Spa. "Francesco Morelli, arrestato con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, rivelazione di segreto di ufficio e corruzione, è membro del Consiglio di Amministrazione di Tecno Polo S.p.A. società - afferma Massimiliano Valeriani del Pd - tra i cui soci figurano Ama e Acea.

Queste due aziende possono esprimere i loro rappresentanti nell’ambito del consiglio di amministrazione di Tecno Polo. È evidente che questo signore calabrese, consigliere regionale in Calabria, è stato indicato proprio alla fine del 2010 nel c.d.a di questa società, per esplicito volere del Campidoglio". "Sono sconcertanti, non solo i capi di accusa che pendono sulla testa di Morelli, i noti legami con il sindaco ma soprattutto il silenzio di Alemanno che non ha voluto commentare - conclude l'esponente del Pd -  né questo nuovo scandalo che coinvolge l’amministrazione capitolina, i suoi risvolti, né tantomeno la volontà esplicita del Campidoglio di mettere questo personaggio in un cda di una azienda pubblica".

Redazione

Aggiungi commento