Mon04242017

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 24 aprile 2017
Sono le ore: 09:23
Back Sport Cosenza Calcio

Cosenza Calcio

Il centrocampista, classe ’94, arriva in prestito dal Napoli

  • PDF

LEGA PRO UNICA IL MERCATO

Il centrocampista, classe ’94, arriva in prestito dal Napoli

Cosenza, Fornito alla corte del “Cap”

Raggiunto l’accordo col Napoli per l’ingaggio del forte centrocampista Giuseppe Fornito. Nato a Trebisacce (Cs) nel 1994, Fornito è un centrocampista ambidestro cresciuto nelle scuole calcio “Scalisiana” di Trebisacce e “Sporting Club” di Corigliano. Il suo talento lo ha portato giovanissimo ad attirare le attenzioni di diversi osservatori e nel 2007, a soli 13 anni, è approdato al settore giovanile del Napoli dove ha militato nelle formazioni dei Giovanissimi Regionali e Nazionali, Allievi Nazionali e Primavera.

Cosenza attivissimo sul mercato

  • PDF

LEGA PRO UNICA IL RITIRO

Ecco Arrigoni, Tortolano e Saracco. Firmano Alessandro, Corsi e Criaco
Cosenza attivissimo sul mercato
Intanto prosegue il ritiro di Norcia agli ordini di mister Cappellacci

di Fabio Di Benedetto

Mentre prosegue il ritiro di Norcia agli ordini di mister Cappellacci, la società piazza gli ultimi colpi di mercato. Ingaggiati tre nuovi calciatori e perfezionato l’accordo con altri tre della “vecchia guardia”. Nella giornata di ieri tesserato il centrocampista Andrea Arrigoni, proveniente dal Pavia, a titolo definitivo con accordo biennale. Nato a Lecco (Mi) il 10 agosto 1988, Arrigoni ha iniziato la sua carriera con la maglia della Sangiovannese in Serie C1 nel 2007/2008. Nella stagione successiva con il Mezzocorona in Serie C2 ha disputato 31 gare. Nel 2009/2010 in Serie C1, con la maglia della sua città d’origine, ha giocato 26 partite andando a segno 2 volte. Trasferito alla Ternana in due stagioni ha collezionato 36 presenze. Ottima per il calciatore lombardo la stagione 2012/2013 quando con il Tritium ha siglato 3 reti in 28 gare. Nella stagione appena conclusa 28 le presenze con la maglia del Pavia. Andrea Arrigoni si è aggregato alla squadra nel ritiro di Norcia e ha già svolto la prima seduta di allenamento. Nella giornata di ieri sono state inoltre definite altre operazioni di mercato. Perfezionato l’ingaggio dal Catania, con la formula del prestito con opzione per il diritto di riscatto definitivo, del calciatore Emiliano Tortolano.

Cosenza beffato sui titoli di coda

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE B: XXXIV giornata

COSENZA-TERAMO 1-1

Il Teramo agguanta il pari nel recupero. Rossoblù terzi
Cosenza beffato sui titoli di coda
Primato al Messina, vittorioso in rimonta. Casertana seconda

“Tra i due litiganti il terzo gode”. L’antico adagio dice bene al Messina che non aveva mai occupato la prima posizione e che la va ad occupare proprio nella giornata che conta. L’ultima. Una vera e propria beffa per Casertana e Cosenza che a lungo avevano detenuto il primato. Per loro il secondo e il terzo gradino del podio. I peloritani piegano il Martina Franca (3-2) al San Filippo in rimonta e, complici gli altri risultati, festeggiano l’inaspettata vittoria del campionato. Ora i siciliani affronteranno la Virtus Bassano per l’assegnazione della Supercoppa di Seconda divisione. Con questo ko il Martina viene scavalcato da Aversa e Arzanese, che liquidano rispettivamente Gavorrano (4-1) e Aprilia (3-0), e saluta la Lega Pro. Scivola tra i dilettanti anche il Chieti che pareggia 4-4 con il Foggia. Il Sorrento passa 3-1 a Castel Rigone e blinda i play out. Termina 1-1, invece, il big match del San Vito tra Cosenza e Teramo. A Mosciaro replica Speranza nel recupero. L’ex capolista Casertana cade malamente (3-0) in casa del Tuttocuoio dicendo definitivamente addio allo scettro da regina del torneo. Il Melfi chiude in bellezza il proprio campionato, rifilando un pesante 3-0 alla Vigor Lamezia. Entrambe prenderanno parte alla prima edizione della Lega pro unica. Conclude la rassegna il pirotecnico 5-5 tra Poggibonsi e Ischia, due formazioni che non avevano più nulla da chiedere al campionato.
Leggi tutto...

Il Cosenza perde match e primato

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE B: XXXIII giornata

MARTINA F. - COSENZA: 2-1

Casertana ora sola al comando. Anche il Messina è secondo
Il Cosenza perde match e primato

Prima fase di studio tra Martina e Cosenza. Al 20’ Corsi dalla lunga distanza calcia forte ma centrale; Modesti devia in angolo. La risposta del Martina pochi minuti dopo: Guadalupi scatta sulla sinistra sul filo del fuorigioco, entra in area e serve all’altezza del dischetto Gai, che però arriva con un attimo di ritardo e manca la conclusione. La partita non è delle più spettacolari, con molti errori in fase d’impostazione da un parte e dall’altra. Pericoloso il Cosenza al 36’ con Napolano che servito in area cerca il primo palo con un bel piattone, Modesti è attento e respinge. Tra i biancazzurri è Arcidiacono a creare i maggiori problemi alla difesa ospite, come al 42’ quando offre un’ottima palla a Ilari che perde il tempo per la battuta a rete. Un minuto dopo ancora Napolano protagonista; il fantasista silano salta Zammuto sulla sinistra, entra in area ma allarga troppo il destro che finisce fuori. La ripresa inizia senza sostituzioni. Al primo minuto Arcidiacono s’invola lanciato da Guadalupi, entra in area ma perde il tempo per il tiro, così serve l’accorrente Gai, la cui battuta è respinta da Guidi. L’azione termine con la conclusione di Zampano neutralizzata da Frattali. Al 14’ episodio contestato dai padroni di casa: Frattali in uscita si scontra con il suo compagno Pepe che colpito al capo resta a terra; il sig. Rossi di Rovigo interrompe l’azione assegnando un calcio di punizione a favore del Cosenza, quando la sfera era tra i piedi di Montalto, pronto alla battuta a porta vuota.
Leggi tutto...

Il Cosenza perde il match point per blindare il primato

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE B: XXXII giornata

COSENZA-APRILIA: 0-1

Casertana e Teramo agganciano i silani in vetta
Il Cosenza perde il match point per blindare il primato

Nel Girone B ben quattro compagini festeggiano la promozione. Il Messina supera 1-0 il Sorrento e conquista matematicamente la promozione nella Lega Pro unica. Il Melfi piega l’Ischia ma entrambe festeggiano il passaggio di categoria (da sottolineare il doppio salto degli isolani provenienti dai dilettanti ndr). Resta da assegnare un altro posto e favorita appare la Vigor Lamezia, ieri corsara a Poggibonsi. I toscani salutano i professionisti, così come il Gavorrano che pareggia in casa del Tuttocuoio. Ottima vittoria dell’Aprilia a Cosenza, non fanno sconti Teramo e Casertana che agganciano i silani in vetta a quota 54 punti. Ora, a due dal termine, il primato, a lungo detenuto dai lupi, vacilla. Colpo grosso dell’Aprilia al San Vito, dunque, alla terzultima giornata del girone di ritorno. La capolista Cosenza si sgretola al minuto numero 72. E’ l’attaccante Claudio Corsetti a valicare il muro rossoblù e a regalare i tre punti ai biancocelesti. Eppure l’avvio è tutto di marca rossoblù. Già al 6’, infatti, Alessandro impegna Pane che respinge il tiro non senza difficoltà. Al 12’ tentativo dalla distanza di Giordano, palla di poco a lato. Grande parata di Orlandi al 21’, sugli sviluppi di una punizione, il numero uno di casa respinge un bel colpo di testa di Cafiero. Aprilia nuovamente pericolosa al 26’: secco tiro di Montella, Orlandi fa gli straordinari salvando la propria porta, poi Giordano devia sulla linea. Cosenza vicino al vantaggio al 30’ con l’ex Calderini che, solo in area, calcia al volo ma la palla sfiora di poco l’incrocio dei pali. Contatto dubbio in area al 43’ tra Montella e Pepe, l’arbitro lascia proseguire.                      
Leggi tutto...

Un ingenuo Cosenza affonda a Ischia ma resta ancorato allo scoglio più alto

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE B: XXXI giornata

ISCHIA-COSENZA: 2-0

Nonostante il ko le inseguitrici restano a -3 dai rossoblù
Un ingenuo Cosenza affonda a Ischia ma resta ancorato allo scoglio più alto

Disco rosso per il Cosenza a Ischia. I rossoblù, appagati dalla matematica promozione raggiunta sette giorni prima, pagano a caro prezzo due gravi ingenuità difensive. E’ una sconfitta indolore, tuttavia, in quanto la concomitante sconfitta interna del Teramo con l’Arzanese e il pareggio casalingo della Casertana col Melfi lasciano i silani al comando della classifica con 3 lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici. Cappellacci manda in campo uno spregiudicato 4-2-3-1 con due soli centrocampisti (Corsi e Asante), Partipilo, Calderini e Alessandro sulla linea dei trequartisti e Mosciaro terminale offensivo. L’Ischia ha un migliore approccio alla partita e già al 5’ sfiora il vantaggio. Muro contende vittoriosamente un pallone ad un avversario, entra in area e scavalca il portiere con un pallonetto, che però viene intercettato da Blondett prima che varchi la linea di porta. E’ il preludio al gol che arriva un minuto più tardi. Sugli sviluppi di un corner, Rainone devia in rete un assist di testa di Mattera. Il Cosenza protesta per una posizione di fuorigioco apprsa netta. Al 15’ Armeno si fa largo sulla destra, si accentra e dal limite lascia partire un bolide che finisce alto. Due minuti dopo Ischia a un passo dal raddoppio. Crimaldi riceve da Finizio e tira a botta sicura, ma Frattali salva la sua porta con un grande intervento. Al 21’ ghiotta occasione per il Cosenza. Splendida triangolazione al limite dell’area tra Calderini e Alessandro, Partipilo si viene a trovare solo davanti a Menna, ma lo grazia tirando fuori. Al 27’ punizione di Mosciaro dal limite, Mennella para senza eccessive difficoltà.
Leggi tutto...

Il Cosenza ritorna nel calcio che conta

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE B: XXX giornata

COSENZA-GAVORRANO: 1-0

Rossoblù promossi in Prima Divisione con quattro turni d’anticipo
Il Cosenza ritorna nel calcio che conta

Il Cosenza ritorna nel calcio che conta. Dopo diversi anni di purgatorio sembra essere tornato il sereno in riva al Crati. Obiettivo centrato con quattro turni d’anticipo. Un traguardo meritatisismo per la formazione silana che ha veleggiato in cima alla classifica sin dall'inizio della stagione. Un risultato ancor più esaltante per il popolo rossoblù in quanto si materializza nell'anno del Centenario. Decisivo nel testacoda col Gavorrano bomber Mosciaro. E mentre il Cosenza festeggia la promozione in Prima Divisione (o LegaPro Unica ndr) i toscani si avvicinano mestamente al ritorno tra i dilettanti. La gara. Basta un guizzo di Mosciaro a decidere un confronto non certo esaltante sotto il profilo dello spettacolo. Il Cosenza gioca per il primato e per il matematico accesso alla Serie C unica, il Gavorrano per restare a galla il più possibile in ottica salvezza, cercando di risalire dall’ultimo posto in classifica. Il divario di 23 punti in classifica la dice lunga sulla differenza tra le due squadre e sull’impresa che attende i minerari per portare via un risultato utile dal San Vito. Molto lunga e protratta la fase di studio di inizio gara, si gioca su ritmi blandi e con pochissimi acuti. Supremazia territoriale per i lupi che si trovano al cospetto di un Gavorrano che si difende con ordine, a protezione del portiere della Berretti Grossi, preferito a sorpresa a Scarfagna e al debutto tra i professionisti. Dopo una prima frazione archiviata sul nulla di fatto, la gara si sblocca nella ripresa. Al 66′ i padroni di casa passano in vantaggio con capitan Mosciaro. E’ Calderini ad innescare il contropiede finalizzato dal cosentino doc che salta Grossi in uscita e insacca l’1-0. E’ il gol che decide il confronto e che dà il via alla festa sugli spalti per il meritato ritorno in Prima Divisione dopo tre anni di assenza e con quattro giornate di anticipo. Come on Wolves…
Leggi tutto...

Cosenza a un passo dalla LegaPro Unica

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE B: XXIX giornata

CHIETI-COSENZA: 1-1

Pari a Chieti, ora manca solo un punto per la matematica certezza
Cosenza a un passo dalla LegaPro Unica

I rossoblù tornano imbattuti dalla difficile trasferta di Chieti, mantengono il primato solitario a cinque giornate dal termine e soprattutto mettono in cassaforte la promozione in LegaPro Unica. Infatti, dopo l’1-1 di ieri, i rossoblù rimangono a +15 dalla nona (le prime otto avranno accesso nella C unica ndr) per cui manca un solo punto per la matematica certezza. Per la festa promozione, dunque, tutto rinviato a domenica prossima quando al San Vito sarà di scena la cenerentola Gavorrano. Buona prova dei teatini soprattutto nella prima frazione con la squadra di De Patre che ha mostrato ottime cose anche dopo il vantaggio. Nella ripresa il pallino del gioco è passato tra le mani del Cosenza che è riuscito a stringere alle corde i padroni di casa sino a trovare il meritato pareggio. La squadra silana ci ha creduto fino alla fine ed è riuscita ad agguantare il pari nel finale con l’episodio del rigore trasformato dal cosentino purosangue Mosciaro. Al Chieti rimane il rammarico per non essere riuscito a capitalizzare le numerose occasioni create tra cui un legno nel primo tempo.
Leggi tutto...

Cosenza sprint, doppio sorpasso e pole position

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE: B - XXVIII giornata

COSENZA-POGGIBONSI: 1-0

I rossoblù tornano solitari in vetta: Casertana a -1 e Ternana a -2
Cosenza sprint, doppio sorpasso e pole position

Doppio sorpasso e primato per il Cosenza. La corazzata targata Cappellacci fa valere la legge del San Vito piegando di misura il Poggibonsi e, grazie ai concomitanti stop di Casertana (1-1 a Foggia ndr) e Teramo (sconfitto 1-0 in casa dal Sorrento ndr), balza al comando della classifica quando mancano sei giornate alla resa dei conti. Niente male per una neopromossa che soltanto alcuni mesi fa annaspava tra i campetti in terra battuta dei dilettanti. Ora gli occhi sono tutti puntati alla serie C unica e presentarsi come i primi della classe sarebbe un bel biglietto da visita, considerando le amare vicissitudini che ci hanno tristemente accompagnato dal 2003 ad oggi. Tempi passati, ora i lupi son tornati e sono decisi a rendere omaggio nel migliore dei modi al Centenario appena festeggiato.

Leggi tutto...

Il derby termina in parità ma al San Vito brilla solo il Messina

  • PDF

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE GIRONE B: XXVII giornata

COSENZA-MESSINA: 0-0

Il derby termina in parità ma al San Vito brilla solo il Messina
Cosenza brutto di notte Magra figura in diretta tv

Il derby col Messina termina in parità, ma per i lupi si tratta di un punto guadagnato. Nella notte del San Vito, davanti alle telecamere di RaiSport, brilla solo il Messina. Nell’anticipo della XXVII giornata, il Cosenza appare stanco e senza idee e neanche i cambi in corsa effettuati da Cappellacci sortiscono l’effetto sperato. Come all’andata, il big-match tra Cosenza e Messina termina, dunque, a reti inviolate. Parti invertite, però, rispetto alla gara del San Filippo, quando a fare la partita furono i silani. La gara. A rompere gli indugi sono gli ospiti al 2’ con un tiro di Costa Ferreira dai 25 metri deviato in angolo da Frattali. I giallorossi attuano un buon pressing, il Cosenza soffre. Al 17’ De Vena lanciato dalle retrovie non riesce a concludere e deposita la sfera fra le mani del portiere. Il Messina continua a mordere il freno e al 30’ sfiora il gol. Squillace effettua un cross per Bernardo, l’attaccante con un colpo di testa non riesce ad inquadrare la porta. Per vedere un’azione del Cosenza degna di nota si deve attendere il 41’.

Leggi tutto...