Mon12112017

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 11 dicembre 2017
Sono le ore: 10:14
Back Salute

Salute

Coccole contro lo stress da città. 10 consigli per un rientro slow

  • PDF

Riposo e spensieratezza, protagonisti delle vacanze estive, stanno per abbandonare oltre 15 milioni di italiani, che si troveranno ad affrontare il tanto temuto 'stress da rientro', definito dagli esperti 'post vacation blues'. Quasi 7 italiani su 10 (68%) sentono il bisogno di avere momenti di tenerezza e ricevere coccole per sentirsi meglio e rendere meno traumatico il passaggio dal relax alla quotidianità frenetica. E carezze (64%), abbracci (57%) e baci (54%) rappresentano degli autentici toccasana. Chi è a ricercare più coccole? A sorpresa gli uomini (58%) si dimostrano più desiderosi rispetto alle donne (42%). Perché fanno bene? Aiutano a ritrovare equilibrio (51%) e tengono vivi i ricordi dei bei momenti trascorsi durante le vacanze estive (45%).

Sindrome del marito in pensione, lui si ferma e lei si ammala

  • PDF

Quando il marito va in pensione la salute mentale della donna è a rischio con mal di testa, ansia, insonnia e spesso anche depressione tra i sintomi di quella che è nota come 'sindrome del marito pensionato'. Secondo l'istituto di ricerca indipendente IZA - con sede all'Università di Bonn - la sindrome colpisce le mogli il cui marito va in pensione, specie in società con una divisione molto rigida dei ruoli in famiglia. Sebbene nota dal punto di vista aneddotico, la sindrome non era mai stata prima d'ora oggetto di un'indagine formale per vedere se e in che misura il pensionamento del marito pesi sul benessere della moglie: ci hanno pensato Marco Bertoni e Giorgio Brunello dell'università di Padova che, sotto l'egida dell'IZA, hanno indagato il fenomeno utilizzando dati di un'indagine che ogni anno viene condotta in Giappone.

Ebola, il siero funziona. Il medico e l'infermiera sono guariti

  • PDF

Il medico americano Kent Brantly e l'infermiera Nancy Writebol, contagiati ai primi di agosto dal virus dell'ebola in Liberia, sono completamente guariti - ed entrambi dimessi dall'ospedale di Atlanta dove erano ricoverati - dopo essere stati curati per primi con il siero sperimentale Zmapp. L'annuncio è stato dato, in un primo momento, dalla "Samaritan's Purse", l'organizzazione per cui i due missionari lavoravano in Liberia. "Oggi mi unisco agli operatori di Samaritan's Purse in tutto il mondo per ringraziare Dio, mentre celebriamo la guarigione del dottor Kent Brantly dall'ebola e le sue dimissioni dall'ospedale", ha scritto un portavoce in una nota.

Ospedale di Soverato: per CISAL Sanità è sempre più evidente e grave la carenza di medici

  • PDF

E’ da poco passato il ferragosto, considerato il giro di boa delle vacanze estive, tradizionalmente molto sentite in Calabria e in questo tratto della costa jonica in particolare. È stato ed è ancora, sia pur in termini più sobri rispetto ad alcuni anni fa a causa delle difficoltà socio-economiche che ancora non accennano a lasciare l’Italia, tempo di vacanza, per molti ma non per tutti. Infatti, oltre a chi non ha potuto concedersi delle vere e proprie vacanze a causa dei suindicati motivi, c’è chi non ha potuto farlo per esigenze da “troppo” lavoro. Capita infatti che, nell’Italia della spending review che “ con una mano taglia e con l’altra spreca” e ancor di più nella Calabria afflitta da ulteriori vincoli imposti dal piano di rientro sanitario - nonostante vi siano milioni di disoccupati tra cui tantissimi bravi medici - ai pur bravi e volenterosi manager non sia consentito di assumere - sia pure a tempo determinato - l’indispensabile personale sanitario.

'Esercito' di cellule killer combatte leucemia bambini

  • PDF

Un 'esercito' di cellule killer per sconfiggere la leucemia nei bambini: lo hanno creato in laboratorio i ricercatori del Children's Hospital di Los Angeles, 'arruolando' e moltiplicando un selezionato gruppo di cellule del sistema immunitario degli stessi pazienti affetti da leucemia linfoblastica acuta, il tumore infantile più diffuso. I primi successi ottenuti con la sperimentazione in provetta sono pubblicati sulla rivista Leukemia e aprono la strada a nuove terapie più efficaci e sicure, che potranno aiutare l'organismo dei malati a reagire al tumore.