Thu10242019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: giovedì 24 ottobre 2019
Sono le ore: 03:40
Back Politica Pd, anche Alfredo D'Attorre, deputato ed ex commissario del partito in Calabria, favorevole elle primarie di coalizione ma con un unico candidato

Pd, anche Alfredo D'Attorre, deputato ed ex commissario del partito in Calabria, favorevole elle primarie di coalizione ma con un unico candidato

  • PDF

Alfredo D'Attorre, già commissario del Pd calabrese ed eletto alla Camera dei deputati in Calabria, cambiando posizione ha candidamente affermato che "l’ideale sarebbe andare alle primarie di coalizione con un candidato unitario del Pd". Aumenta, quindi, la tensione nell'attesa dell'assemblea regionale del Pd calabrese fissata per il 30 giugno nella quale i 300 membri della stessa dovranno decidere chi saranno i candidati delle primarie e se i candidati saranno più di uno o se si giungerà ad un accordo su un solo nominativo.

La soluzione unitaria è quella desiderata dal segretario nazionale Matteo Renzi, ma, nel contempo, è anche la più difficile da ottenere considerando le spaccature e le divisioni all'interno del partito. Ma non è escluso che se si dovesse giungere a fratture insanabili il segretario nazionale avochi a sé la scelta decidendo in piena autonomia. A quel punto diverrebbe molto probabile la scelta di un nome calato dall'alto. Infatti Matteo Renzi ha sostenuto in più occasioni che "Calabria e Campania sono due regioni fondamentali da conquistare dopo gli insuccessi del centrodestra.

Con i nuovi fondi comunitari in arrivo da Bruxelles abbiamo la possibilità di dimostrare che ancora esiste una via per il rilancio del Mezzogiorno e per questo c’è bisogno di candidare gente motivata e di rottura rispetto al passato". E la Calabria sarà la prima regione d'Italia nella quale si voterà, probabilmente a novembre, nonostante vi sia chi ancora spera in un rinvio che appare sempre meno probabile nonostante la legge elettorale regionale presenti molte lacune e sia stata impugnata dal Governo su vari aspetti.

Redazione

Aggiungi commento