Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 10:58
Back Politica La Commissione regionale contro la 'ndrangheta presieduta da Salvatore Magarò a Cassano allo Jonio, ancora un'inutile passerella di politici

La Commissione regionale contro la 'ndrangheta presieduta da Salvatore Magarò a Cassano allo Jonio, ancora un'inutile passerella di politici

  • PDF

Ancora una volta si ripete lo stesso copione di sempre. Ogni volta che accade un episodio di criminalità che lascia sbigottiti la solita classe politica che ha tante responsabilità per il tracollo della terra di Calabria si procede sempre nello stesso modo. Quello di organizzare il solito convegno con tante belle parole che rimarranno tali e poi il solito silenzio di sempre. E a tale regola che vige in Calabria da decenni non poteva sottrarsi il Presidente della Commissione regionale per la lotta alla 'ndrangheta, Salvatore Magarò, famoso per le aspirine antindrina e per i cioccolatini contro la 'ndrangheta e tante altre iniziative alquanto discutibili. E tanti erano i rappresentanti della politica calabrese a partecipare al convegno.

"Condividere un cammino comune per gridare che Cassano e tante altre realtà locali non sono solo ‘ndrangheta" ha affermato nell'incontro il Presidente della Commissione regionale della Calabria contro la ‘ndrangheta, Salvatore Magarò, introducendo i lavori della seduta straordinaria dell’organismo consiliare, svoltasi a Lauropoli, presso l’associazione Saman.

Una riunione decisa dalla Commissione dopo la barbara uccisione del piccolo Cocò, vittima della ferocia della criminalità organizzata. Presenti, tra gli altri, i componenti della Commissione: i consiglieri regionali Gallo, Guagliardi, Albano, Giordano, Maiolo, il capigruppo regionale di Forza Italia, On. Ennio Morrone ed il capogruppo regionale del Nuovo Centro Destra, On. Gianpaolo Chiappetta, il sindaco di Cassano Giovanni Papasso e quello di Francavilla, Valente, rappresentanti delle forze dell’ordine, del mondo della chiesa, del sindacato e dell’associazionismo e i dirigenti delle scuole di Cassano e Sibari con una nutrita rappresentanza di studenti.

Redazione

Aggiungi commento