Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 03:02
Back Cronaca Greco e Lento (UILM): piena solidarietà al gruppo Ventura

Greco e Lento (UILM): piena solidarietà al gruppo Ventura

  • PDF

Ennesimo atto intimidatorio nei confronti dell’Azienda “Ventura”, dedita all’armamento Ferroviario, con sede a Paola in provincia di Cosenza e presente in Calabria ormai da tanti anni. Il gruppo VENTURA ricopre un ruolo imprenditoriale e sociale indiscusso e di primaria importanza in Calabria. L’azienda impegnata a fronteggiare un’importante crisi produttiva e occupazionale dovuta prevalentemente all’assenza d’investimenti in Calabria di Ferrovie dello Stato, che nei mesi scorsi ha messo in allarme la UILM congiuntamente alle altre organizzazioni sindacali dei Metalmeccanici Calabresi, preoccupati del futuro occupazionale di circa 500 lavoratori. Questa ennesima minaccia, preoccupa molto la segreteria dell’UILM Cosentina, che esprime piena solidarietà alla famiglia Ventura, il segretario Gianfranco Greco si dice convinto che la città saprà essere al fianco dell'imprenditore e che non si cederà all'intimidazione, ma c'è anche preoccupazione per questo episodio che fa comprendere che la mafia non cede facilmente.

Quest’atto è la dimostrazione, purtroppo, che la subcultura della minaccia e della coercizione fatica a morire e continua a turbare la vita democratica dei cittadini, tentando di vanificare gli sforzi quotidiani delle istituzioni, delle forze dell’ordine e di quegli imprenditori come Francesco Ventura, che quotidianamente lottano per la crescita sociale ed economica del nostro territorio. Antonio Lento, segretario aggiunto dell’UILM e responsabile del settore Artigianato UIL Calabria, si dice preoccupato per le gravi conseguenze che potrebbe subire l’indotto imprenditoriale che gravita intorno al Gruppo Ventura, qualora a seguito di dette minacce, venisse meno l’interesse produttivo di un’azienda così importante per il territorio, impegnata a fronteggiare una situazione economica imprenditoriale e sociale già preoccupante. Ci auguriamo, dicono i due dirigenti sindacali, che gli organi inquirenti facciano presto luce su questo vile gesto e individuino i responsabili, a Francesco Ventura, di cui apprezzo la grande forza e determinazione nel voler continuare a testa alta questa sfida contro la criminalità organizzata, voglio ribadire tutto il sostegno della UILM - UIL e dei dirigenti sindacali aziendali.

Aggiungi commento