Fri11152019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: venerdì 15 novembre 2019
Sono le ore: 19:14
Back Politica I fratelli Occhiuto pronti a ritornare in Forza Italia, l'ex deputato Roberto Occhiuto lasciò Forza Italia nel 2002 per l'Udc

I fratelli Occhiuto pronti a ritornare in Forza Italia, l'ex deputato Roberto Occhiuto lasciò Forza Italia nel 2002 per l'Udc

  • PDF

La politica muta come il vento e spesso cambia direzione. Ma la politica è anche raccogliere il momento. E per i fratelli Occhiuto, Mario Sindaco di Cosenza e Roberto, ex deputato, è evidentemente il momento giusto per rientrare in un partito che agli inizi del secondo millennio rappresentò per l'allora giovanissimo Roberto Occhiuto l'ingresso in Consiglio regionale, essendo stato eletto ad appena trent'anni nella lista di Forza Italia nelle elezioni regionali del 2000. Due anni più tardi, nel 2002 per una frattura insanabile con i fratelli Gentile che erano sin da allora i padri - padroni di Forza Italia Roberto Occhiuto decise di aderire alla nascente Udc.

E' ovvio che oggi nel momento in cui Antonio Gentile, Senatore e Pino Gentile assessore regionale ai lavori pubblici hanno deciso di aderire al nuovo centrodestra di Alfano in Forza Italia si liberano spazi di manovra che non possono essere colmati dalla sola presenza a Cosenza del consigliere Ennio Morrone e dall'assessore esterno Giacomo Mancini.

Considerando il rapporto molto forte che lega Roberto Occhiuto a Raffaele Fitto sin da quando Fitto venne eletto al Parlamento Europeo anche con l'aiuto dei fratelli Occhiuto e considerando il ruolo importante che Raffaele Fitto ha conquistato in Forza Italia per la sua assoluta fedeltà a Silvio Berlusconi è molto probabile che Roberto Occhiuto potrà ritrovare in Forza Italia quegli spazi che gli sono stati negati nell'Udc dopo il terribile schiaffo datogli dal segretario Lorenzo Cesa che ha optato per l'elezione in Calabria facendo eleggere alla Camera il pugliese Cera e determinando, con tale discutibile scelta, la non rielezione di Roberto Occhiuto.

Decisione fomentata anche dal lavoro sottobanco portato avanti dalla famiglia Trematerra, il padre Gino, parlamentare europeo e segretario regionale dell'Udc ed il figlio Michele Trematerra assessore regionale all'agricoltura da sempre legati a filo doppio, nonostante le continua smentite, ai fratelli Gentile. Una buona mossa quella dei fratelli Occhiuto. Mossa che potrebbe riportare Roberto Occhiuto a conquistare la poltrona di deputato persa immeritatamente per giochi di potere nelle ultime elezioni politiche.

Redazione

 

 

Aggiungi commento