Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 09:58
Back Politica Il Presidente dell'Arca Clai, Antonio Zasa, scrive al Tribunale di Milano per i servizi sociali da destinare a Silvio Berlusconi

Il Presidente dell'Arca Clai, Antonio Zasa, scrive al Tribunale di Milano per i servizi sociali da destinare a Silvio Berlusconi

  • PDF

Il Presidente dell'associazione Artigiana Pmi Erca Clai, Antonio Zasa, ha scritto al Magistrato di Sorveglianza presso il Tribunale di Milano e presso l'ufficio Uepe dello stesso Tribunale dichiarando la disponibilità dell'associazione per lo svolgimento delle attività collegate ai benefici ex art. 47 o. p. , che, in altre parole meno tecniche vul dire dichiarare la disponibilità di indicare l'associazione quale luogo dove poter espirare la condanna di servizio sociale inflitta al Presidente del Pdl, Silvio Berlusconi, nell'ambito della sentenza di Cassazione relativa al processo per frode fiscale.

Nella missiva inviata al Tribunale di Milano si legge "Il sottoscritto Antonio Zasa nato a San Chirico Nuovo (PZ) il 22.02.1938, quale Presidente dell’Associazione Artigiana Pmi Arca Clai, con la presente rivolge la seguente richiesta alla S.V. Ill.ma ed all'Ufficio Uepe in indirizzo. La vicenda attiene alla condanna definitiva inflitta al Cav. On. Silvio Berlusconi, la cui esecuzione pare rientri nella competenza di Codesto Ufficio di Sorveglianza e dell'ufficio Uepe in sede.

Con la presente si dà ampia disponibilità a Codesti Uffici di far svolgere eventuali attività di pubblica utilità o le attività rientranti nell'art. 47 o.p. presso l'Associazione di cui sono Presidente e che da anni svolge la propria attività nel campo della formazione professionale e nella lotta ai favoritismi ed alle clientele. La presente richiesta origina dall'alto valore della formazione professionale e dell’etica finanziaria in genere, dalla formazione dell’imprenditoria per il giusto rapporto Governo-Impresa ed all’onestà nei confronti del fisco in particolare . Certo di una favorevole “lettura” della presente istanza, porgo deferenti ossequi".

Redazione

 

 

Aggiungi commento