Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 02:54
Back Cronaca “Una biblioteca per la casa circondariale”, iniziativa promossa dai Club Rotary di Cosenza e provincia, dal Comune, dalla Lidu e dall’Amministrazione penitenziaria

“Una biblioteca per la casa circondariale”, iniziativa promossa dai Club Rotary di Cosenza e provincia, dal Comune, dalla Lidu e dall’Amministrazione penitenziaria

  • PDF

Arriva in porto il progetto “Una biblioteca per la casa circondariale”, promosso dai club Rotary della città e della provincia di Cosenza, dal Comune di Cosenza, dalla LIDU (Lega Italiana per i Diritti dell’Uomo) e dall’Amministrazione penitenziaria. L’iniziativa era partita lo scorso anno dal Club “Rotary Cosenza Telesio” ed ha raccolto strada facendo le adesioni degli altri due club cittadini, il “Rotary Cosenza” ed il “Rotary Cosenza Nord”, ma anche dei club Rotary di Corigliano e Rossano, di Castrovillari, Paola e Amantea.

Il progetto venne illustrato il 22 febbraio scorso durante un incontro svoltosi al Terrazzo Pellegrini. Obiettivo del progetto è attrezzare le quattro piccole biblioteche delle carceri di Cosenza, Rossano, Castrovillari e San Lucido al fine di delineare un percorso di reinserimento, rieducazione e risocializzazione dei detenuti.

Accanto all’implementazione delle dotazioni librarie delle biblioteche delle case circondariali, piccoli luoghi di cultura da destinare al recupero dei detenuti, prevista anche l’attivazione di corsi di restauro, di scrittura creativa, recitazione e lettura dei giornali. Dalle linee progettuali ora si passa ai fatti. Grazie al finanziamento della “Rotary Foundation” il progetto potrà spiegare concretamente i suoi effetti e lunedì 22 luglio, alle ore 17,00, nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, sarà data ufficialmente la notizia dell’arrivo dei fondi per finanziare la biblioteca della casa circondariale di Cosenza, da dove partirà il progetto pilota che sarà esteso alle carceri di Rossano, Castrovillari e San Lucido.

All’incontro parteciperanno il Sindaco Mario Occhiuto, l’Assessore alla solidarietà e coesione sociale Manfredo Piazza, il Presidente del Rotary Club Cosenza Telesio, Michele Falco, di fresca nomina, il suo predecessore Carlo Zanolini che ha seguito tutta la fase di ideazione e di gestazione del progetto unitamente all’ex assessore al welfare del Comune di Cosenza Alessandra De Rosa, Paola Rizzuto, Presidente del Comitato provinciale della LIDU, e il direttore della casa circondariale di Cosenza Filiberto Benevento. A finanziare la Biblioteca della casa circondariale di Cosenza saranno in parte i fondi stanziati dalla “Rotary Foundation”, in parte i conferimenti dei diversi clubs Rotary del territorio.

Alla manifestazione di lunedì sono stati invitati tutti i Presidenti dei Rotary club cittadini e della provincia di Cosenza. Saranno presenti anche Maria Rita Acciardi, Governatore del Distretto 2100 e Francesco Socievole, Past Governor e Presidente della commissione distrettuale della “Rotary Foundation”. Il progetto “Una Biblioteca per la casa circondariale” è modellato sull’esempio di quello realizzato con ottimi risultati in Campania nelle carceri minorili di Nisida. Grazie al progetto rieducativo molti minori ristretti nel carcere di Nisida hanno seguito corsi sull’arte presepiale o di qualificazione per pizzaioli e, su segnalazione dei rotariani del territorio, sono riusciti a reinserirsi nel tessuto sociale trovando lavoro in alcune aziende private.

Redazione
 

 

 

 

 

 


 

Aggiungi commento