Tue12112018

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: martedì 11 dicembre 2018
Sono le ore: 11:09
Back Prima Pagina

L'On. Franco Bruno, eletto nella lista Centro Democratico, avvia in Calabria la costituzione di una federazione di centro

  • PDF

11 marzo 2013

Si è svolta nei giorni socorsi a Gizzeria, una riunione regionale del gruppo dirigente che ha sostenuto Franco Bruno alle scorse elezioni politiche. Presenti molti candidati, ad iniziare da Nando Cosco e Giovanni Laganà e altri dirigenti come il consigliere regionale Giuseppe Giordano, Pietro Giamborino ed Enzo Tromba. L'occasione è servita per fare un primo punto sui risultati conseguiti e per ribadire la necessità che questo gruppo rimanga unito per contribuire a rappresentare un'area, quella moderata, indispensabile anche in Calabria non solo per traguardare con fiducia le prossime sfide elettorali, tra cui, da non escludere, un nuovo voto nazionale, ma per dare forza a qualsiasi processo di avanzamento delle nostre comunità.

Franco Bruno ha voluto ringraziare tutti i presenti per il contributo straordinario che ha permesso di eleggere un deputato, pur nel clima difficilissimo che vive il nostro Paese. Bruno ha poi  ribadito la necessità di tentare di riannodare il rapporto tra politica e società puntando sui contenuti e immaginando uno sviluppo alternativo della Calabria che riparta dalle eccellenze che pure ci sono. Su temi come l'economia del mare, sul sistema dei Parchi, su quello delle aree urbane e delle Università, sulla semplificazione e sulle imprese, ma anche su sanità e logistica, si è convenuto di realizzare una serie di iniziative di approfondimento in tutta la Regione.

Nei prossimi giorni sarà altresì elaborato un documento politico, da proporre e condividere in Calabria, che riguarderà la specificità della nostra Regione, a partire dalle profonde trasformazione demografiche e sociali esistenti, per verificare la possibilità di realizzare, a breve, un'intesa politica tra le forze e i movimenti liberali, democratiche, popolari, ambientaliste e riformiste con le quali dare vita ad una "Federazione" che sappia traguardare i prossimi appuntamenti delle amministrative, delle elezioni europee e delle regionali, anche valorizzando giovani dirigenti che affiancheranno personalità politiche già affermate.

Redazione  

Aggiungi commento