Fri11152019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: venerdì 15 novembre 2019
Sono le ore: 19:06
Back Politica Centrodestra, sempre più numerose le richieste di un posto utile nelle liste del Pdl e di Grande Sud alla Camera e al Senato

Centrodestra, sempre più numerose le richieste di un posto utile nelle liste del Pdl e di Grande Sud alla Camera e al Senato

  • PDF

05 gennaio 2013

Sono sempre più numerosi gli aspiranti candidati in posizioni utili per le liste alla Camera e al Senato del Pdl e di Grande Sud, il partito fondato da Gianfranco Miccichè e che raggruppa oggi anche gli ex ministri Raffaele Fitto e Mara Carfagna e gode anche dell'appoggio dei Governatori della Campania, Stefano Caldoro, e della Calabria, Giuseppe Scopelliti. Per la Camera è francamente difficile che le due liste collegate fra loro possano superare i sei eletti, probabilmente i primi quattro della lista del Pdl ed i primi due della lista Grande Sud. Per il Senato il gioco è quello di fortificare le liste al massimo con la speranza di giungere ad un voto in più delle altre liste per ottenere il premio di maggioranza e, di conseguenza, l'elezioni di sei senatori.

Anche questa impresa piuttosto ardua considerando lo scontento che serpeggia in Calabria per la delusione del Governo Scopelliti e per le liste che sono infarcite dei soliti personaggi della politica calabrese fra uscenti e consiglieri regionali entranti, senza alcun segnale di novità o rinnovamento. Infatti in tanti sono i consiglieri regionali e assessori regionali che continuano a pressare il Governatore Scopelliti per ottenere un posto in lista. Dall'assessore Piero Aiello al consigliere regionale Giovanni Bilardi all'assessore regionale Mario Caligiuri che andrebbe al Senato nella lista Grande Sud. Anche il sottosegretario Alberto Sarra, amico di Gianfranco Miccichè, aspira ad un buon piazzamento in lista.

E scalpitano anche due fedelissimi di Beppe Scopelliti, il direttore generale di Palazzo Alemanni, Franco Zoccali e l'ex Sindaco Demetrio Arena. I nomi sono francamemte un po' eccessivi. Vedremo cosa accadrà. Inoltre sarà anche interessante vedere come andrà a finire la grande incoerenza politica dell'Udc che nelle liste alla Camera e al Senato vedrà probabilmente la partecipazione dell'assessore regionale Michele Trematerra, dell'assessore regionale Stillitani e del Presidente del Consiglio Regionale, Francesco Talarico, che nelle politiche saranno con Monti e contro il Pdl tranne che rimanere fedeli al Pdl nel loro ruolo regionale. Un caso di sdoppiamento della politica e di palese incoerenza che solo un partito ambiguo come l'Udc poteva concepire. L'augurio è quello che l'elettorato calabrese possa comprendere tale assurdità e punire sonoramente dal punto di vista elettorale un partito che dell'incoerenza ha fatto la sua unica bandiera, oltre alla gestione del potere e delle poltrone nella quale arte l'Udc è insuperabile.

Redazione

Aggiungi commento