Thu10242019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: giovedì 24 ottobre 2019
Sono le ore: 04:40
Back Cronaca La Commissione parlamentare d'inchiesta sui rifiuti, annuncia una conferenza stampa per illustrare novità sul giallo della "nave dei veleni"

La Commissione parlamentare d'inchiesta sui rifiuti, annuncia una conferenza stampa per illustrare novità sul giallo della "nave dei veleni"

  • PDF

Il capitano di corvetta, Natale De Grazia21 dicembre 2012

Sulle navi dei veleni è stato scritto di tutto e di più. E sull'argomento sono stati pubblicati decine e decine di testi, alcuni più fortunati di altri. Dell'argomento hanno trattato tutte le più importanti testate nazionali ad ha registrato un clamore anche internazionale. In seguito è piombato il silenzio più assoluto. Anche il pentito che, più di altri, scatenò tanta attenzione sul mistero, Francesco Fonti, che scrisse addirittura un libro autobiografico nel quale si parla delle nave dei veleni è da poco tempo deceduto all'età di 60 anni per un male incurabile. Ma uno dei protagonisti della storia piena di ombre è senz'altro il capitano di corvetta, Natale De Grazia, che morì in circostanze mai chiarite per un malore mentre si recava nel Nord Italia in automobile con alcuni colleghi proprio per indagare cosa si nascondesse dietro tanti affondamenti di navi nel Mediterraneo. Natale De Grazia era anche l'uomo di punta del pool di magistrati di Reggio Calabria che allora indagavano sulla vicenda.

Oggi dopo tanti anni si sospetta che la causa della morte del capitano possa essere l'ingestione di sostanze tossiche. Tale sospetto sarebbe fondato su informazioni in possesso della Commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti che sull'argomento aveva già indetto una apposita conferenza stampa per poi rinviarla a dopo le feste natalizie. Sarà interessante poter valutare quali novità potranno emergere dalla annunciata conferenza stampa o se anche questo nuovo capitolo relativo ad una vicenda che sembra non aver mai fine non porterà nulla di nuovo e se tutto rimarrà nel vago senza alcuna certezza per come oramai è consolidato sin dal 1990, cioè da quando la motonave Rosso spiaggiò sulla costa di Amantea in Calabria. Da allora un giallo mai risolto, nel perfetto stile del nostro Paese ed in sintonia ai grandi misteri della Repubblica che probabilmente non avranno mai una risposta.

Redazione

Aggiungi commento