Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 03:14
Back Spettacolo Il sindaco Occhiuto riceve gli artisti del Teatro Suq e Barry Myers, protagonisti di “Invasioni”

Il sindaco Occhiuto riceve gli artisti del Teatro Suq e Barry Myers, protagonisti di “Invasioni”

  • PDF

05 luglio 2012 

Il Sindaco Mario Occhiuto ha ricevuto questa mattina a Palazzo dei Bruzi i responsabili del Teatro Suq di Genova, e Barry Myers, alias DJ Scratchy, impegnati in Piazza Duomo questa sera rispettivamente nello spettacolo “Gli stranieri portano fortuna” (ore 22,00) e nel dj set di mezzanotte, nell’ambito dell’edizione 2012 di “Invasioni”. “E’ la seconda volta che vengo a Cosenza – ha detto al Sindaco Barry Myers. La volta precedente mi ero esibito al Castello Svevo, ora chiuso per i lavori di ristrutturazione.” Il Sindaco Mario Occhiuto ha colto l’occasione per invitare nuovamente al Castello il tour DJ dei leggendari Clash, non appena sarà riaperto.

“Mi piace molto il senso di questo vostro festival - ha sottolineato ancora DJ Scratchy - io immagino di essere un barbaro, un invasore e ne sono felice. Mi piace l’idea di come diverse culture siano arrivate a Cosenza ed anche di come questa mescolanza venga applicata alla musica. Oggi i gruppi musicali che mescolano generi, migliorano semplicemente la cultura. Io sono qui per celebrare tutto questo”. Il Sindaco Occhiuto ha incontrato oltre a Barry Myers anche Carla Peirolero, la direttrice del Teatro Suq di Genova, presente anche il responsabile musicale della stessa compagnia Franco Minelli.

“Il nostro teatro - ha detto la Peirolero è stato dichiarato un’eccellenza nel dialogo interculturale grazie al riconoscimento dell’Unesco. Lo spettacolo “Gli stranieri portano fortuna” è la nostra bandiera. Abbiamo tante nazionalità, con ciascuno di noi che ha una particolarità autonoma all’interno della compagnia. Incrociamo l’Africa, il mondo arabo, il mondo italiano. Anche nell’aspetto musicale, oltre che in quello linguistico, c’è un panorama molto vasto. Siamo un bazar dei popoli. Per l’anno prossimo, dati i punti di incontro fra il nostro festival di Genova e il vostro Invasioni, si potrebbe pensare a un gemellaggio”. La proposta è stata immediatamente accolta dal sindaco Mario Occhiuto che ha ringraziato gli artisti presenti anche per le bellissime parole pronunciate sulla città di Cosenza, sui suoi luoghi, sulla sua cultura dell’accoglienza, ricordando come nel programma politico-amministrativo uno dei punti fondamentali sia proprio quello degli scambi culturali e della crescita di una comunità grazie all’apertura verso gli stranieri. E’ con questo spirito che è nata e proseguirà, del resto, la Festa delle Invasioni.

Redazione

Aggiungi commento