Thu10242019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: giovedì 24 ottobre 2019
Sono le ore: 03:39
Back Politica Gruppi regionali consiliari, costano milioni di euro l'anno

Gruppi regionali consiliari, costano milioni di euro l'anno

  • PDF

22 dicembre 2011

Si discute tanto di Casta, di stipendi dei consiglieri regionali, oltre 11.000 euro mensili, di vitalizi astronomici per gli ex consiglieri regionali che spesso si sommano ad altri vitalizi ed altre pensioni giungendo a pensionati della Casta che incassano oltre 1.000 euro al giorno e di tanti altri privilegi da far inorridire la povera plebaglia che deve vivere con pensioni al di sotto delle 500 euro al mese, ma non si discute di altri privilegi ancora più odiosi e poco conosciuti.

Sarebbe interessante se il Consiglio regionale potesse rendere pubblici i finanziamenti annuali che vengono erogati ai gruppi regionali per espletare la loro attività politica. Allora se ne vedrebbero delle belle. Basti pensare che ogni gruppo consiliare ed in Consiglio regionale ve ne sono nove incassa ogni anno almeno 120.000 euro l'anno e tale cifra viene gestita dal capogruppo del gruppo consiliare. Cifre astronomiche se calcalate per i nove gruppi e per i cinque anni della legislatura. Come viene spesa questa immensa marea di euro, pagata dalla plebaglia dei calabresi.

E sui fondi ai gruppi è appena il caso di ricordare che l'ex consigliere regionale, Domenico Crea, è stato condannato dal Tribunale di Reggio a cinque anni e sei mesi di reclusione per peculato. Crea, è stato riconosciuto colpevole di avere sottratto somme destinate all'attività politica del gruppo consiliare del Ccd di cui è stato presidente dal 2001 al 2005. Nel corso del processo l'accusa ha ricostruito, attraverso una perizia tecnica, il flusso di denaro gestito da Crea. Il Consiglio regionale della Calabria, secondo l'accusa, versava fondi sul conto corrente intestato al Ccd  e Crea, presidente del monogruppo, li prelevava per versarli sul suo conto corrente.

In quattro anni, secondo quanto emerso dal processo, sarebbero spariti 543 mila euro, di cui 275 mila sono stati versati sul conto corrente della famiglia Crea, mentre della restante somma non si è avuta più traccia. In quella legislatura vi erano i monogruppi e tutti i finanziamenti del monogruppo andavano al solo consigliere regionale che rappresentava il gruppo. Oggi non vi sono più i monogruppi ma permangono sempre nove gruppi consiliari che assorbono finanziamenti di notevole portata.

Redazione

Aggiungi commento