Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 03:46
Back Politica L'On. Belcastro dalla famiglia dell'ex consigliere regionale Santi Zappalà

L'On. Belcastro dalla famiglia dell'ex consigliere regionale Santi Zappalà

  • PDF

13 dicembre 2011 

L'On. Elio Belcastro, deputato di Noi Sud, componente della Commissione Parlamentare antimafia, ha incontrato a Bagnara Calabra i familiari dell'ex consigliere regionale Santi Zappalà, detenuto dal 21 dicembre 2010 e attualmente rinchiuso in un penitenziario di massima sicurezza in custodia cautelare in Sardegna con la condanna inflitta in primo grado di quattro anni per il reato di corruzione elettorale aggravato dalle modalità mafiose.

"Un incontro molto toccante - afferma l'On. Elio Belcastro - per una famiglia che vive la disperazione di un congiunto che da un anno è detenuto in un penitenziario di massima sicurezza nella lontana Sardegna in compagnia di numerosi ergastolani. E' ovvio che non si può che riporre fiducia nell'azione della magistratura con l'augurio che il processo di appello possa perlomeno ridimensionare la pena di quattro anni inflitta a Santi Zappalà a conclusione del processo di primo grado.

La moglie, i figli e il fratello vivono con ansia quella che è una esperienza carceraria devastante per un uomo che per la prima volta si trova a patire le sofferenze di una detenzione in un penitenziario di massima sicurezza. Sul piano umano non si può che esprimere solidarietà ad una famiglia per bene lontana anni luce da appartenenze discutibili". "Non si vuole entrare nel merito giudiziario della vicenda ma credo - conclude l'On. Elio Belcastro - sia possibile affermare che un anno di detenzione in condizioni simili sia una espiazione già durissima rispetto al reato contestato.

Santi Zappalà, da sindaco di Bagnara Calabra ha ben operato e spesso si è speso per il bene della comunità amministrata. Credo che da parlamentare della Repubblica sia doveroso portare parole di conforto e di vicinanza ad una famiglia che soffre considerando la prossimità del Santo Natale che è la festa della famiglia ma che, per il secondo natale, a casa di Santi Zappalà non potrà che essere un ulteriore momento di tristezza e di sofferenza".

Redazione 

Aggiungi commento