Fri10202017

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: venerdì 20 ottobre 2017
Sono le ore: 21:35
Back Calabria Calabresi nel Mondo Protocollo d’intesa tra la Fondazione Calabresi nel Mondo e la Niaf

Protocollo d’intesa tra la Fondazione Calabresi nel Mondo e la Niaf

  • PDF

31 ottobre 2011

Il prossimo anno la Calabria sarà la Regione leader nel corso del trentasettesimo anniversario della Niaf (National Italian American Foundation) e il governatore calabrese sarà il primo delle regioni ad aprire i lavori. Questo quanto emerso a Washington a margine della firma del protocollo d'intesa tra la National Italian American Foundation e la Fondazione dei Calabresi nel Mondo, presso la sede della Niaf, sottoscritto dal presidente Joseph Del Raso e dal presidente della Fondazione Calabresi nel Mondo, il sottosegretario all'istruzione Pino Galati, alla presenza del governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti, del consigliere regionale con delega all'emigrazione Alfonsino Grillo e dei parlamentari eletti in America Amato Berardi e Basilio Giordano.

Il protocollo d'intesa prevede varie iniziative culturali, conferenze e mostre itineranti, ma c'è grande attenzione verso i giovani attraverso borse di studio per gli americani di origine calabrese e per i calabresi che intendano perfezionarsi negli Stati Uniti. La Niaf ha valutato molto positivamente i contenuti dell'accordo e, alla luce della grande solidità dei rapporti istituzionali raggiunta nell'ultimo anno e mezzo, ha offerto alla Calabria di ricoprire il ruolo di Regione "vetrina" nel corso del prossimo galà annuale, al quale prenderanno parte anche le varie eccellenze calabresi che operano negli Stati Uniti. "Siamo particolarmente onorati di aver ricevuto questa proposta - ha dichiarato il sottosegretario all'istruzione Pino Galati - perché dimostra come queste azioni sinergiche tra il Governo e la Regione sono in grado di produrre importanti effetti positivi.

Con questo accordo da un lato investiamo sui giovani calabresi attraverso azioni mirate per i loro perfezionamento e dall'altro promuoviamo l'immagine della Calabria negli Stati Uniti attraverso importanti iniziative in tanti settori. Voglio ringraziare per il loro supporto i parlamentari Berardi e Giordano e la maggiore soddisfazione - ha concluso l'on. Galati - è che il nuovo corso della Regione, il gran lavoro nel settore dell'emigrazione e il percorso avviato dalla Fondazione dei Calabresi nel Mondo ha dato alla Calabria una nuova credibilità anche all'interno della Niaf e sono certo che questo lavoro ci darà ottimi risultati". Particolarmente soddisfatto il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti: "Accolgo con grande gioia l'invito della Niaf per il prossimo galà annuale e sarò fiero di essere il primo governatore di una Regione ad aprire i lavori del 37^ anniversario.

Voglio ringraziare il presidente Del Raso per la considerazione nei nostri confronti e il sottosegretario Galati per il percorso avviato attraverso la Fondazione dei Calabresi nel Mondo - ha affermato Scopelliti - che per noi rappresenta un'autentica perla, in grado di alimentare fortemente la crescita della Calabria. Il nostro impegno in questo versante è significativo e voglio ribadire che noi, come abbiamo sempre fatto, sapremo valorizzare chi supporta la Calabria. I calabresi in America negli hanno dato e ricevuto tanto - ha concluso Scopelliti - e sono convinto che oggi, attraverso questa nuova concezione che gli Stati Uniti hanno nei confronti della Calabria, saremo in grado di mettere in campo progetti capaci di portare frutti molto importanti".

"Condivido in pieno il percorso intrapreso dal Presidente Scopelliti che prevede grandi sinergie tra le politiche dell'emigrazione della Regione e la Fondazione dei Calabresi nel Mondo – ha sottolineato il consigliere regionale Alfonsino Grillo. L’obiettivo è quello di avvicinare la Calabria e gli Stati Uniti. In questo percorso avrà grande importanza la Consulta dei calabresi in America - ha affermato il consigliere Grillo - che contiamo di coinvolgere nelle prossime iniziative che stiamo programmando". Soddisfatti anche i parlamentari Berardi e Giordano: "Abbiamo incontrato degli ottimi 'ambasciatori' della Calabria con cui è possibile dialogare a tutti i livelli e, al contempo, studiare percorsi importanti basati su idee e progetti sostenibili. Questa nuova credibilità del gruppo dirigente calabrese - hanno concluso Berardi e Giordano - ci permette di essere interlocutori attivi con la grande comunità dei calabresi negli Stati Uniti.

Aggiungi commento