Thu10242019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: giovedì 24 ottobre 2019
Sono le ore: 04:18
Back Cultura Belvedere, presentata l'opera prima di Mario Aloe, il romanzo "Rosso"

Belvedere, presentata l'opera prima di Mario Aloe, il romanzo "Rosso"

  • PDF

16 ottobre 2011 

Nello splendido scenario del nuovissimo Auditorium "Don Silvio" della Chiesa SS Maria del Rosario di Pompei sul Lungomare Don Erminio Tocci di Belvedere Marittimo (CS), è stato presentato il romanzo "Rosso" di Mario Aloe. L'incontro è stato allietato dalla magistrale esibizione al pianoforte di Rosaria Valente e dalla lettura di alcuni brani del romanzo da parte di Franca Dora  Mannarino del piccolo Teatro. I lavori sono stati coordinati da Giovanni Martucci, responsabile del portale Comunicazione Belvedere.

I lavori sono stati aperti dal Sindaco di Belvedere, Enrico Granata, che ha rimarcato come sia importante la lotta contro ogni forma di inquinamento e come sia necessaria una maggiore coscienza civica collettiva sul problema. E' intervenuto, in seguito, Domenico Bloise, Presidente dell'Unpli di Cosenza, che, apprezzando l'iniziativa ha sottolineato l'importanza delle Pro Loco nel diffondere una giusta cultura ambientale, grande risorsa e patrimonio per lo sviluppo del turismo. Seguito l'intervento dl patron ed organizzatore dell'evento culturale, Antonello Grosso La Valle, Presidente della Pro Loco del Tirreno.

Per Antonello Grosso La Valle, il romanzo scritto da Mario Aloe rappresenta un contributo importante per la conoscenza di fenomeni che non possono rimanere occultati dal silenzio. Ogni messaggio che esorta al rispetto delle regole ed al rispetto dell'ambiente è un contributo per lo sviluppo della cultura della legalità. L'autore del romanzo, Mario Aloe, ha, quindi, presentato la sua opera prima ed ha sostenuto che "il romanzo per essere tale deve suscitare delle emozioni e la bella storia di "Rosso" è una storia di vita con le emozioni che la vita stessa porta con sé. Non è un romanzo a lieto fine ma un romanzo che ripropone l'eterna lotta fra il bene e il male senza alcun vincitore, ma con uomini che compiono coraggiosamente delle scelte.

Costi quel che costi. Nel dibattito è intervenuto anche il giornalista Gianfranco Bonofiglio che ha voluto evidenziare come il tema scottante del traffico dei rifiuti tossici sia ben al di là dall'essere risolto e di come ancora oggi vi siano sospetti ed indizi tali da poter affermare che, probabilmente, il traffico è ancora in piedi coperto da collusioni fra politica, criminalità e potenti lobby internazionali che impediscono, sistematicamente, che si possa giungere alla verità. L'incontro è stato concluso dalla relazionedi Nicola Cantisano, del Cnr di Cosenza sul tema specifico "L'inquinamento marino in Calabria. Un caso studio: la zona costiera di Campora San Giovanni (Cs)".

Redazione

Aggiungi commento