Mon10142019

Last update12:33:00 AM GMT

Oggi è: lunedì 14 ottobre 2019
Sono le ore: 02:46
Back Politica Lavitola, una telefonata col premier mi scagiona

Lavitola, una telefonata col premier mi scagiona

  • PDF

29 settembre 2011

Ci sarebbe una telefonata, tra Valter Lavitola e Silvio Berlusconi che scagionerebbe il faccendiere latitante dall'accusa di essersi appropriato indebitamente di parte dei 500mila euro fatti avere dal premier a Lavitola perché li consegnasse a Gianpaolo Tarantini. Lo ha rivelato lo stesso ex direttore dell'Avanti nel corso della trasmissione 'Bersaglio mobile' su La7. "La mia telefonata - dice - è stata fatta dalla stessa utenza argentina usata con Tarantini ma non c'é traccia di questa intercettazione. Perché?"

Lavitola riferisce che, dopo aver parlato con Tarantini, avrebbe poi contattato Berlusconi. Al terzo tentativo (i primi sarebbero andati falliti) il faccendiere sarebbe riuscito a parlare telefonicamente "per nove minuti" con il premier. "Gli ho detto: 'presidente, mi ha contattato Tarantini: ha notizia dei 500mila euro e vuole che gli sia consegnata questa somma. Che faccio? Gliela metto a disposizione? Guardi che lui consuma come una Ferrari'".

Al che il premier - riferisce Lavitola - gli avrebbe detto: "No, no, lui deve fare un'attività (con quella somma, ndr)". Lavitola fa sapere di aver chiesto al suo avvocato di presentare un'istanza ("pensavamo a Roma, ma a questo punto la faremo a Bari") per "chiedere se questo tabulato sia vero o falso" e "perché non ci sia quest'intercettazione".

Fonte: Ansa

Aggiungi commento